Rudy2's Multilingual Blog

Just another WordPress.com weblog

CONTROLLO DELLA MENTE/Mindcontrol from Nexus Review(ITALIANO)

leave a comment »

Il Controllo della Mente
(Tratto dalla rivista “NEXUS numero 23 pagg: 27 – 33)

La schiavitù ad alta tecnologia è viva e vegeta sul pianeta Terra. Sin dalla Seconda Guerra Mondiale, quando il Progetto “Paperclip” del Governo degli Stati Uniti promosse la risistemazione di circa 2.000 nazisti d’alto livello sul territorio nazionale, la tecnologia di programmazione del controllo mentale è avanzata rapidamente.
Fritz Springmeier e Cisco Wheeler, nel loro libro “The Illuminati Formula used to create an Undetectable Total Mind Controlled Slave” (la formula degli Illuminati utilizzata per creare uno schiavo sotto totale controllo mentale non individuabile, ndt) scrivono “I tedeschi sotto il regime nazista iniziarono a svolgere delle serie ricerche sul controllo mentale indotto-da-trauma; col sostegno dell’Istituto medico Kaiser Wilhelm di Berlino, Josef Mengele condusse ricerche sul controllo mentale a scapito di migliaia di gemelli e migliaia di altre sventurate vittime.”
Mengele, conosciuto col soprannome di “Angelo della Morte”, era uno dei circa 900 scienziati militari e ricercatori medici fatti riparare segretamente negli Stati Uniti, dove egli proseguì la sua ‘ricerca’ ed addestrò altri nelle truci arti del controllo mentale. Tale lavoro sulla manipolazione del comportamento venne in seguito incorporato nei progetti della CIA bluebird e Artichoke che, nel 1953, divennero il famigerato MKULTRA. La CIA sostiene che tali programmi furono abbandonati, ma non esiste alcuna prova credibile che “la ricerca del candidato della Manciuria (Manchurian candidate, il titolo dell’esaustivo libro di John Marks) si sia mai interrotta.
In effetti il Capitano John McCarthy delle Forze Speciali dell’Esercito USA (in pensione), che a Saigon conduceva gli squadroni della morte della CIA durante la Guerra del Vietnam, disse al suo amico Mike Ruppert, rivelatore del Dipartimento di Polizia di Los Angeles, che “MKULTRA è un acronimo della CIA che ufficialmente significa “Manufacturing Killers Utilizing Lethal Tradecraft Requiring Assassination” (Creazione di Assassini con l’Utilizzo di Omicidi Necessitanti Destrezza Letale, ndt). Così l’ossessione ufficiale della CIA di produrre assassini programmati tramite MKULTRA conteneva più di 149 sottoprogrammi che spaziavano in campi quali biologia, farmacologia, psicologia fino alla fisica laser ed ESP.
Più recentemente, nuove prove indicano l’uso continuativo delle cosiddette tecniche di programmazione indotte-da-trauma per perseguire le stesse finalità. Tali tecniche comprendono l’induzione deliberata di Disordine da Personalità Multipla (MPD) in soggetti umani non consenzienti in pratica cavie umane.
L’MPD è stato riclassificato dalla American Psychiatric Association in Disordine di Identità Dissociativa (DID). La bibbia degli psichiatri, “Diagnostic and Statistical Manual” (DSM-IV), lo descrive a pagina 487 come:
A. La presenza di due o più stati di personalità distinte;
B. Almeno due di queste identità o stati di personalità assumono ricorrentemente il controllo del comportamento dell’individuo;
C. Incapacità di richiamare alla memoria importanti dati personali la quale è troppo radicale per poter essere spiegata da normale smemoratezza;
D. Il disturbo non é dovuto agli effetti fisiologici diretti di una sostanza o di una condizione sanitaria generica.
Non importa, comunque, quale denominazione venga data al problema; creare una tale condizione secondo uno scopo cosciente è un’atrocità così depravata che il programma di controllo mentale indotto-da-trauma rimane “de facto” l’Olocausto Segreto del 2Omo secolo. Conosciuto col nome di “Monarch Program”, esso è stato confermato e verificato da numerosi sopravvissuti come Cathy O’Brien, autrice di Trance Formation of America, Brice Taylor, autrice di Starshine e K. SuIlivan, autore di MK. Non è stata trovata, tuttavia, alcuna traccia documentaria che porti da MKULTRA della CIA al Monarch Program – uno slogan per il controllo mentale che coinvolge militari statunitensi, la CIA, la NASA ed altre agenzie governative.
Lo sconvolgente libro dell’avvocato John W Decamp dal titolo The Franklin Cover-up, che si occupa di pedofilia nelle alte sfere, descrive anche i sordidi particolari di Monarch. L’autore scrive: “Le droghe non rappresentano il livello più profondo del male sponsorizzato dal governo; io ritengo che il livello più infimo dell’inferno sia riservato a quelli che hanno evocato e attuato il ‘Monarch Project’. ‘Monarch’ fa riferimento a giovani che in America sono stati vittime di esperimenti di controllo mentale eseguiti da agenzie del governo USA come la CIA oppure agenzie di intelligence militare.”
Paul Bonacci, cliente di DeCamp e sopravvissuto alle violenze di Monarch ha una storia che fa il paio col calvario di O’Brien, Taylor e Sullivan. Si tratta di un’ampia conferma incrociata relativa agli esecutori e ai loro metodi per – secondo le parole del giornalista investigativo Anton Chaitkin, citato nel libro di DeCamp – “la produzione di un’orda di bambini la cui anima viene frantumata, il cui scopo sarebbe spiare, prostituirsi, uccidere e suicidarsi.”
Il recupero delle vittime di Monarch parla di un trauma continuativo attraverso “abuso rituale”, conosciuto anche come “abuso rituale satanico” a causa dell’identificabile iconografia di una struttura dottrinale associata al Satanismo o al Luciferismo; i criminali esecutori di “Monarch”, tramite l’uso di ipnosi, droga, tortura ed elettroshock, hanno prodotto una nuova e riuscita generazione di vittime. Non si tratta di fantascienza, bensì di scienza effettiva.
L’MPD prevede la creazione di personalità “alter” – personalità alternative o loro frammenti che possono essere utilizzate per compiti specifici, generalmente per attività illegali quali la consegna di droga o altre attività del mercato nero (muli), messaggi (corrieri) o omicidi (assassini). Questi alter, o frammenti dell’anima, vengono racchiusi e compartimentati nella mente delle vittime tramite l’utilizzo di armi stordenti, droghe e ipnosi, che isolano i ricordi delle relative esperienze.
Chiunque conosca i “codici” o i “grilletti” può accedere a un alter. Questi grilletti, che inducono uno stato alterato o di trance in una vittima programmata, possono comprendere qualsiasi cosa, fra cui segnali telefonici, filastrocche, battute di determinati film o segnali gestuali.
Secondo Springmeier e Wheeler, il cui libro di 468 pagine è divenuto un punto di riferimento di quest’ambito “La ragione di fondo del successo del programma di controllo mentale Monarch è che differenti personalità o parti di esse, denominate ‘alter’, possono essere create all’insaputa l’una dell’altra ma con la possibilità di impossessarsi del corpo in momenti diversi.
Le pareti di amnesia erette dai traumi formano uno scudo protettivo di segretezza il quale impedisce che i violatori vengano scoperti e che le personalità di base che guidano il corpo per la maggior parte del tempo si accorgano di come il loro sistema di alter viene usato.”
Il programma di controllo mentale, comunque, non ha funzionato secondo i piani. In effetti gli esecutori, nella loro arroganza e tracotanza, non hanno mai preso in considerazione l’ipotesi che i loro metodi potessero fallire. Il riaffiorare nei sopravvissuti di memorie di tipo fotografico di reali episodi di violenza, fra cui immagini, suoni e odori, costituisce un’importante denuncia di violazione dei diritti umani; queste vittime portano la testimonianza delle segrete atrocità del cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale.

ALTRE NOTIZIE SUL CONTROLLO MENTALE DEGLI ILLUMINATI

Secondo John Coleman, autore di “Conspirators’ Hierarchy: The Committee of 300”: “La setta degli Illuminati è viva e vegeta in America… Poiché tale setta è anche nota come Satanismo, ne deve conseguire che la CIA, mentre Dulles ne era a capo, veniva controllata da un Satanista; lo stesso dicasi per George Bush (membro dell’ordine dei Teschi e Ossa).
“Dando per scontato che i sinistri esperimenti sul controllo mentale sono stati costantemente attuati dalla CIA e considerando i passati collegamenti di quest’ultima con diabolici mostri come il Dr. Campbell e il Dr. Sidney Gottlieb, non ci vuole molto a desumere che la CIA segue strade sataniche” conclude Coleman nella sua monografia “Illuminati in America”.
In merito alle “capacità di lavaggio del cervello del Tavistock Institute così come ai progetti del Dipartimento della Difesa USA quali l’Advanced Research Project Agency, Coleman scrive: “La linea di fondo dei progetti è il controllo mentale come viene previsto dal libro di Zbigniew Brzezinski dal titolo “The Technotronik Era”. il progetto va sotto il nome di ‘Monarch Program’ ed è un vasto piano che coinvolge non solo la CIA ma anche l’Esercito, l’Aviazione e la Marina con tutte le loro capacità ed ampie risorse.”

I VIAGGI DI SULLIVAN

La violenza satanica rituale, cioè l’orribile tortura e violenza sessuale sui bambini, ha rappresentato una componente chiave nella creazione di schiavi controllati mentalmente.
la sopravvissuta al controllo mentale K. Sullivan ha scritto uno stupefacente libro dal titolo MK – resoconto romanzato della sua vita che descrive il mondo delle personalità multiple. A suo credito, Sullivan è stata capace di ricostruire dai suoi ricordi gli effettivi meccanismi, e la metodologia di passaggio da uno stato alter ad un altro. Assassina programmata e schiava sessuale, Sullivan afferma di essere stata maltrattata e violentata, fra gli altri, da Robert Maxwell, Henry Kissinger, George Bush e Billy Graham. Uno dei suoi controllori era lo scomparso agente della CIA James Jesus Angleton, il quale era ampiamente considerato un elemento prezioso del KGB e del Mossad.
In una recente intervista, Sullivan ha parlato del suo background come di una “schiava di famiglia” per le élite e a proposito del suo patrigno, ora deceduto, il quale inizialmente fu il suo programmatore primario. La sua copertura era quella di un cittadino modello, devoto, ingegnere meccanico e dei sistemi professionista con un eccentrico interesse per la robotica.
In una recente intervista Sullivan dice. “C’era una quantità di persone che addestrava, condizionava, quindi infrangeva la mia volontà, la mia psiche e mi programmava in differenti stati alterati. Mio padre fu uno di quelli che mi fece di più e lo fece col terrore e con la tortura; era un uomo davvero brillante e sembrava divertirsi facendo quelle cose a me e ad altri bambini.”
Confermando il fatto che suo padre “da bambino fu orribilmente maltrattato”, Sullivan aggiunge: “Lo so per certo. Suo padre era un Druido Gallese che era stato venduto da bambino al capitano di una nave che lo portò negli USA. Almeno, questa è la mentalità della mia famiglia, per cui la schiavitù dei bambini va bene, l’ho sentito dire dai membri più vecchi della famiglia; essi non lo hanno mai negato. Tuttavia anche mio nonno era un Druido dissimulato e sono sicura che egli si è portato dietro la sua religione. Una delle cose che faceva era andare al cimitero vicino a casa e riesumare cadaveri, quindi li portava in cantina, li sezionava e si divertiva con essi. Egli inoltre a volte celebrava riti notturni nei boschi e sacrificava bambini. Io ero esposta a tutto questo e così sono sicura che anche a mio padre non venne lasciata alcuna alternativa se non diventare come suo padre.”
In che modo questo comportamento è relativo al Satanismo, o si tratta solo di maltrattamento generazionale sui bambini?
“Penso si tratti di entrambe le cose,” risponde lei lentamente. “Ciò si riduce al fatto che questa gente svolge attività illegali. I criminali tendono a trovare altri criminali, a gravitare l’uno intorno all’altro ed è stupefacente come riescono a scovarsi. Mio nonno sviluppò dei collegamenti con la Mafia della nostra area, mi pare di capire quella della famiglia Colombo. Non so di preciso che cosa fece, ma ricordo un viaggio in betoniera dove lui e gli altri guidatori di betoniere ne utilizzavano il cemento per seppellire svariati corpi, sicché immagino che abbiano fatto solamente qualunque cosa doveva essere fatta. Questo accadde a New York ed in Pennsylvania. Mio padre fra le altre cose era un assassino e questa gente ama realmente ammazzare altra gente; egli ha ucciso più per ricambiare favori che su commissione e deve aver avuto tanti ragazzi quanti ne voleva allevare.”
Suo padre aveva anche dei collegamenti con la CIA e la NASA. “Il suo lavoro per la CIA sembra essere piuttosto occulto; egli lavorò per la Western Electric e in seguito per la AT&T” dice Sullivan. “Ho scoperto, sin da allora, che la Western Electric aveva dei forti legami con la CIA. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1990, sono riuscita a sbirciare in alcuni dei suoi documenti e ho scoperto sul calendario della sua scrivania che in quell’anno aveva avuto svariati contatti con la NASA. Da allora ho ricordato che svariati impianti nei quali mi aveva portato erano della NASA e che i collegamenti con essa sembrano legarsi direttamente a quelli di Paperclip; dopo la guerra i nazisti erano stati portati nella nazione e integrati nelle strutture della NASA.”
“Mio padre, a causa del suo background Celtico, nutriva una scarsa stima di sé stesso” continua Sullivan. “Entrare in contatto con alcuni di questi criminali di guerra nazisti per lui sembrava significare molto, poiché sua madre era tedesca, fra quest’ultimo fatto e il background Celtico questi uomini elevarono la sua autostima fino a dove può arrivare il fatto di essere Ariani. Egli si identificava profondamente con loro e penso almeno da quanto ho capito, che gran parte del suo addestramento gli sia stato impartito particolarmente da un uomo che conoscevo col nome di Dr. Schwartz. Costui aveva capelli neri leggermente ondulati e occhi molto scuri, era magro, ma non posso determinarne l’altezza in quanto ero solo una bambina; il suo accento era decisamente tedesco. La gente lo chiamava Herr Doctor o Dr. Schwartz, a seconda; a volte veniva chiamato Dr. Black. Era sicuramente un pedofilo, dal carattere glaciale, e gli piaceva far pensare ai ragazzi che con lui erano al sicuro; tuttavia poi faceva delle cose che li sconvolgevano e dopo le quali essi lo temevano.”

PROGRAMMAZIONE MULTI-MODALE

Sullivan sostiene di essere stata usata nel modo Beta per soddisfare sessualmente sia maschi che femmine e nel modo Delta per gli omicidi, servizi di guardia del corpo e operazioni di salvataggio di ostaggi.
Che cos’è la programmazione Alfa, Beta, Delta e Theta?
“Alfa era il programma base per tutti gli altri” continua lei. “Sembra essere dove una quantità di informazioni è stata immagazzinata nella mia memoria, nella mia mente, per essere poi usata dai miei programmatori per sviluppare altri programmi, e dove si trovano anche alcuni dei miei stati alter più generici. Beta era la parte di me dedicata alle prestazioni sessuali. Essi talvolta chiamavano lo stato alter anche “Barbie”; presumibilmente desunto da KIaus Barbie.” (Anche Barbie la bambola?).
Anche i sopravvissuti Cathy O’Brien e Brice Taylor erano stati sottoposti alla programmazione Beta, o di schiavo sessuale; essi, così come l’attrice Marilyn Monroe, erano denominati “modelli presidenziali” – schiavi controllati mentalmente ad uso di politici di alto livello.
Secondo il libro di Springmeier: “Nel 1981 il Nuovo Ordine Mondiale creò alcuni film di addestramento per i propri programmatori in erba. La schiava di Monarch Cathy O’Brien fu utilizzata per girare i film “Come dividere una personalità” e “Come creare uno schiavo/a sessuale.” Per aiutare la NASA a creare questi film di addestramento vennero utilizzati due fotografi pomo di Huntsville”.
Sullivan ricorda: “In quei stati alter, e ne avevo più di uno, fui usata sia come bambina che come adulta; in quelle condizioni non potevo resistere, non provavo alcuna rabbia, ero una schiava sessuale del tutto remissiva e facevo qualsiasi cosa mi venisse detto di fare”.
La programmazione Delta è di tipo militare-omicida e si è insediata nell’immaginario collettivo grazie a film come “Nikita” e la sua versione americana “Point of No Return”, nonché “The Long Kiss Goodnight”.
Riguardo alla programmazione Delta, Sullivan dice: “Era quella di quando venivo usata per fare colpi, uccidere, eseguire servizi di protezione e di recupero ostaggi; avevo una gran varietà di personalità alter dotate di addestramento specializzato e di modi diversi per finalità diverse”.
Perché l’addestramento veniva tenuto separato per differenti alter?
“In parte perché così non avrei ricordato troppo in qualsiasi momento, nel caso avessi iniziato a ricordare, ed anche perché loro selezionano ciascuna parte per un tipo specifico di situazione. Avendo una parte che era molto fedele alle persone, per esempio come guardia del corpo, non era auspicabile che quella parte scomparisse e uccidesse qualcuno; allo stesso modo non era desiderabile che una parte programmata specificamente per uccidere se ne saltasse fuori a sentirsi dispiaciuta per la persona da eliminare. Così bisogna tenere separate anche motivazioni ed emozioni, ed ecco perché avevano ruoli diversi”.
La descrizione di Sullivan della programmazione Theta sembra correlarsi allo sviluppo e all’uso dei cosiddeti poteri extrasensoriali e capacità extrafisiche.
Dice Sullivan:”Theta era quella in cui usavano l’energia del pensiero – non mi piace la parola “sensitivo” in quanto penso che sia usata in modo inappropriato. Ne sono venuta a conoscenza nella forma dell’energia di tipo magnetico di una persona per fare una quantità di cose diverse che loro stavano sperimentando, fra cui collegamenti mentali a grande distanza con altre persone, perfino in altre nazioni; penso che si potrebbe definire “osservazione a distanza” – cioè vedere cosa sta facendo una persona m un altro stato, in un’altra stanza e cose del genere”.
“Si trattava sia di programmazione che sperimentazione effettive, in quanto ciò che facevano era tenerla incapsulata in varie parti di me, vari stati alterati; c’era molto addestramento e molta sperimentazione”.
La programmazione Theta implica inoltre l’utilizzo di energia mentale per uccidere qualcuno a distanza.
In una recente intervista radiofonica alla CKLN Sullivan dice: “Mi è capitato diverse volte di imbattermi in altre vittime della programmazione Theta. Uno dei temi romanzeschi e cinematografici che utilizzavano ampiamente era “Dune” di Frank Herbert. Non è difficile immaginare perché ciò che ci insegnarono era che potevamo provocare delle cose ad altre persone; si trattava di far crescere la rabbia dentro, che poi sarebbe venuta fuori in forma di pura energia per colpirle… Essi avevano parlato di gente il cui apparato digestivo implodeva internamente; non so come, poiché non riesco a vedere cosa succede all’interno del corpo di un altro, ma so che funziona.”
La calcolata commistione di bene e male sembra essere un segno distintivo della metodologia degli Illuminati; è come se essi riconoscessero, a un livello spirituale, che tutto l’orribile karma che creano può essere controbilanciato da generose opere filantropiche come, ad esempio, la donazione di un miliardo di dollari alle Nazioni Unite o altri episodi di straordinaria compassione.
Dice Sullivan: “Essi cercarono anche di usarmi per guarigioni in quanto una mia nonna era una guaritrice svedese; così provavano – con me e con altri sopravvissuti con cui ho parlato da allora – ad utilizzarci anche in tal modo. Una guarigione tramite imposizione delle mani comporta la focalizzazione di energia elettromagnetica nel corpo di un’altra persona”.

LE TRAVERSIE DI BRICE TAYLOR

Un altro libro, “Starshine: One Woman’s Valiant Escape from Mind Control” di Brice Taylor, conferma le esperienze di Cathy O’Brien e K. Sullivan. Nonostante sia anch’esso un resoconto romanzato, questo libro espone con chiarezza i gravi crimini che sono stati e vengono tuttora commessi dai principali rappresentanti delle élite del potere mondiale.
Anche Brice Taylor era un “modello presidenziale” ed in una recente intervista racconta particolari intimi delle sue numerose esperienze con politici che promuovono il Nuovo Ordine Mondiale. Spiega. “Essere [un modello presidenziale] significa che il tuo programma è di avere rapporti sessuali con i presidenti; ho sentito più volte che svariati politici venivano incoraggiati ad usare le scorte della CIA per far sesso, in modo da non trovarsi, in una posizione vulnerabile come nel caso avessero svelato a qualche elemento esterno segreti d’importanza nazionale, o per essere ricattati”.
Come definirebbe lei questo Nuovo Ordine Mondiale?
“Si tratta di un tentativo di costituire un Governo Mondiale Unico nel quale le famiglie che comandano possano avere tutto ciò che desiderano. Il loro credo era che il mondo sia sovrappopolato e che vi si debba porre rimedio: guerra psicologica e biologica. Essi consideravano il controllo mentale uno strumento, il loro asso nella manica – qualcosa di davvero speciale che agirebbe come un ‘arma invisibile”.

AVVENTURE CON HENRY K. E IL CONSIGLIO

Nel suo recupero, Brice Taylor si ricordò anche di essere stata usata da Henry Kissinger come corriere controllato mentalmente.
“Se si programma qualcuno ad avere una perfetta memoria fotografica e la capacità di richiamare alla mente in modo completo ogni minino particolare – spiega – allora si ha la capacità di eseguire molti compiti ed incarichi diversi simultaneamente. Henry Kissinger creò all’interno della mia testa un “file mentale”. Io venivo spedita in giro da tutti questi leader per conservare i loro dati – su alcuni dei loro progetti o qualsiasi altra cosa avessero in agenda – classificati. Quando dovevano incontrare delle persone, io venivo programmata da Henry Kissinger o da Nelson Rockefeller; ciò accadeva verso la metà degli anni ’60.”
Ma chi è che dirige lo “spettacolo”?
Taylor spiega; “Credo che esista un altro livello, che nel mio libro chiamo “il Consiglio”. So che questo è un gruppo di uomini addirittura al di sopra dei vari Kissinger e Rockefeller; essi sono stati modificati geneticamente in modo da avere [esita, cercando le parole adatte] diverse capacità di comando e sono coloro che in effetti dirigono il piano.”
Essi si riferiscono a sé stessi col nome di “il Consiglio”?
“Sì. Quando ne parlai con altri elementi all’interno della comunità dei servizi che vi erano coinvolti, essi mi dissero che chiamavano sé stessi “il Consiglio”. La CIA dispone di tutti questi agenti controllati mentalmente che lavorano per il governo. Poi c’è il Consiglio, il quale è a conoscenza anch’esso del progetto di controllo mentale, ma che non è controllato dalla CIA; essi potevano prendere qualcuno come me ed essere in grado di interrogarmi per scoprire quale fosse la mia agenda.”

BRUTTI RICORDI MULTIPLI

Come fece Taylor a rendersi conto di essere succube di MPD ed essere una multipla programmata?
Risponde così: “Iniziò nel 1985. Fui coinvolta in un grave incidente automobilistico. Nel quale la mia testa sfondò il parabrezza; da allora iniziai ad avere sprazzi di memoria, come dei ricordi che colavano da un alter all’altro. Penso che accadde che cominciavo ad avere accesso ad entrambe le metà del mio cervello. Prima, con tutta la sofisticata programmazione, una metà del mio cervello mi era preclusa; ora invece. a causa dell’incidente. i percorsi neurali si erano aperti; conosco altre donne la cui memoria è riaffiorata.”
Così una botta al cervello ha interrotto la programmazione?
“Esattamente – dice – Essi mi hanno programmato con una memoria fotografica perfetta. Quando i ricordi sono tornati, come quelli con Kissinger, non solo potevo sentire la sua voce e le sue parole, ma perfino percepire l’odore del suo sigaro e delle sue scoregge; quello che intendo è che potevo sentire e vedere mentre tutto mi ritornava in mente.

LA CONNESSIONE CON L’OMICIDIO RITUALE SATANICO

Bambini scomparsi, violenze sessuali su di essi e pedofilia a livello mondiale puntano tutti verso il coinvolgimento di una rete organizzata di criminali di alto livello che controllano di nascosto il sistema legale. L’ex agente del FBI ed investigatore privato Ted Gunderson si trova d’accordo. Egli sostiene che “esiste una considerevole sovrapposizione di vari gruppi e organizzazioni, tuttavia la forza trainante è rappresentata dal movimento del culto satanico odierno”.
Nel suo video “Satanism and the CIAs’ Internationl Trafficking in Chudren”, Gunderson fa riferimento al noto mago nero Aleister Crowley. “I Satanisti hanno Utilizzato i suoi scritti come guida,” dice Gunderson riferendosi a “Magick in Theory and Practice” di Crowley.
Nel Capitolo XII, “Of the Bloody Sacrifice” (pag. 94), Crowley scrive: “Sarebbe stolto condannare in quanto irrazionale la pratica di quei selvaggi che strappano cuore e fegato di un avversario e li divorano ancora caldi. In ogni caso si trattava della teoria degli antichi Maghi secondo la quale ogni essere vivente è un magazzino di energia, variabile in quantità a seconda delle dimensioni e dello stato di salute dell’animale e in qualità a seconda delle sue caratteristiche morali e mentali; quando sopraggiunge la morte dell’animale questa energia viene improvvisamente liberata.
“Per le massime operazioni spirituali bisogna di conseguenza scegliere quella vittima che contiene la forza più pura e abbondante; un bambino di sesso rnaschile, perfettamente innocente e molto intelligente è la vittima più adatta e soddisfacente.”
“Qui stiamo parlando di sacrifici umani,” dice Gunderson. Più di recente la “tradizione” dei sacrifici umani è stata promossa dal tardo Anton LaVey, fondatore della Chiesa di Satana, il quale nella Bibbia Satanica (pag. 88) ha scritto che “il solo momento in cui un Satanista esegue un sacrificio umano si presenterebbe se costui dovesse perseguire un duplice scopo; quello di esternare la collera del mago [sic] nel lanciare una maledizione e, cosa più importante, disporre di una persona del tutto odiosa e che se lo merita”.
Notate il casuale riferimento all’uccisione di qualcuno perché costui o costei hanno “contrariato” il mago nero/Satanista. Din don, LaVei è morto ma il suo crimine continua a vivere ed egli è stato citato da varie sue vittime/schiavi come un promulgatore del controllo. mentale. Egli stesso nella Bibbia Satanica (pag. 90) ha scritto che “il sacrificio ideale potrebbe essere emotivamente insicuro, tuttavia nelle macchinazioni della sua insicurezza può causare gravi danni alla tua tranquillità o buona reputazione”.
I Satanisti, dopo tutto, seguono la norma di Crowley: ” Fai ciò che vuoi. Questa è la legge.” In altri termini, i Satanisti, come fossero dei, decidono cosa fare – passando sopra la legge di Dio e quella degli Uomini; sembra. il “modus operandi” degli Illuminati.
Nel suo video Gunderson esprime questa ulteriore opinione: “Secondo le mie stime, nell’America odierna vi sono oltre tre milioni di Satanisti praticanti. Come ho ottenuto queste cifre? Ho i miei informatori. Per esempio, [un informatore] mi ha riferito che nell’area della Baia Sud di Los Angeles, che conta 200.000 abitanti, vi sono 3.000 Satanisti praticanti; questa è la zona in cui si è verificato il noto caso della MeMartin Preschool. Ho un informatore a Lincoln, Nebraska; A Iowa City, Iowa, città di 150.000 abitanti, vi sono 1.500 Satanisti. Quindi, una media del 1,5% della popolazione.”
Gunderson afferma che “..da 50.000 a 60.000 individui vengono sacrificati ogni anno; esistono circa otto festività sataniche.”
L’amara beffa di questa situazione? L’FBI tiene il conto delle macchine rubate non ancora ritrovate, ma deve ancora dare un’occhiata ai bambini dati per dispersi in America.

UN CRIPTO-SATANISTA NEl FBI?

Non dovrebbe sorprendervi il fatto che l’Agente Speciale di Sorveglianza Kenneth v. Lanning, dell’Unità Scienze Comportamentali del Centro Nazionale di Analisi Crimini Violenti, nella sua “Investigator’s Guide to Allegations of Ritual Child Abuse” (Compendio sulle violenze sui bambini, ndt) del 1992, neghi l’esistenza di violenze rituali sataniche. L’approccio intellettuale e il ragionamento specioso di Lanning andrebbero studiati come eccellente esempio di logica serpentina. La sua semantica è brillante, quando afferma che “le parole “satanico”, “occulto” e “rituale” vengono spesso usate in modo intercambiabile” e che “è difficile definire in modo preciso il Satanismo”. Quindi egli incornicia la discussione sul Satanismo in termini di non-giudizio, nel senso che “è importante capire che per alcune persone qualsiasi sistema di credo religioso diverso dal proprio è satanico”.
Così come Pilato chiese “Cos’è la verità?”, Lanning chiede “Cos’è il Satanismo?” Egli scrive che “…nelle conferenze di addestramento legale molto spesso ci si riferisce alla stregoneria, alla santeria, al paganesimo e all’occulto come forme di Satanismo; può trattarsi di un problema di definizione, ma queste cose non sono necessariamente lo stesso del Satanismo tradizionale.” Egli quasi incespica su sé stesso affermando l’impossibilità di conoscere la definizione e infine congeda la violenza rituale satanica come un semplice problema psicologico: Disordine Ossessivo Compulsivo.
Naturalmente, se egli si fosse preso la briga di intervistare dei veri adepti, si sarebbe reso conto che si tratta di un vero e proprio sistema dottrinale basato sull’esecuzione rituale di torture ed omicidi attuati come pegno di fedeltà a Satana e come moneta di scambio per future ricompense da parte delle forze dell’oscurità.
La negazione di Lanning, che ignora l’evidenza di atrocità di controllo mentale e violenza rituale, è sorprendente;Lanning è forse un cripto-Satanista? Egli lo ha pubblicamente negato, ma non avrebbe dovuto preoccuparsene. La sua “libertà di religione” è salvaguardata dalla Costituzione degli Stati Uniti.

GIUSTIZIA FATALE RIVISITATA
L’investigatore privato Ted L.Gunderson. fu trascinato recalcitrante nell’inferno del Satanismo; del rapimento dei bambini, del narcotraffico e altri tipi di corruzione. Prima di andare in pensione, nel 1979, Gunderson era un Agente Speciale Attivo a Los Angeles. Egli era a capo dell’Ufficio del FBI, con 800 elementi alle sue dipendenze ed un budget annuale di oltre 24 milioni di dollari. Da allora il ruolo di Gunderson come investigatore privato e consulente per la sicurezza lo ha condotto a denunciare il narcotraffico della CIA, il rapimento dei bambini e relativo traffico, il controllo mentale e i gruppi satanici di assassinio su commissione; egli, inoltre, ha indagato su molti casi di alto profilo come quello del Dr. Jeffrey McDonald, quello della McMartin Preschool, quello del Nebraska’s Franklin Coverup, quello dell’attentato di Oklahoma City, il caso Inslaw/Octopus e molte altre cospirazioni criminali reali. Gunderson, in una recente intervista, afferma: “Poco dopo il mio pensionamento mi fu chiesto di indagare, come investigatore privato, sul caso del Dr. Jeffrey R. McDonald. Costui è un dottore che fu riconosciuto colpevole dell’omicidio di sua moglie e dei suoi due figli a Fort Bragg, Carolina del Nord, il 17 febbraio 1970. Ho dedicato al caso circa 2.000 ore. Egli era stato condannato a morte per tre volte consecutivamente; con mia grande sorpresa, dalle testimonianze che ho letto e le informazioni che ho elaborato ho stabilito aldilà di ogni dubbio che quest’uomo è assolutamente innocente.”
Jerry Allen Potter, autore di “Fatal Justice” (Giustizia Fatale, ndt), potente confutazione punto per punto del libro di copertura di Joe McGinnis dal titolo “Fatal Vision” (Visione Fatale, ndt), si trova d’accordo; il suo libro denuncia il best-seller di McGinnis come pura invenzione.
Gunderson continua: “Ho ottenuto una confessione firmata da Helena Stokely, la ragazza col cappello floscio, per quelli che hanno presente il caso. Ella ha detto che il Dr. McDonald non ha commesso questi crimini che invece sono stati perpetrati, secondo lei, “dal mio gruppo di culto satanico”; “‘si trattava” – dice – “della mia iniziazione di quella notte al culto.”
Dopo un po’ di tempo Gunderson si rese conto che il caso MeDonald era il classico caso di un crimine del Governo degli Stati Uniti e del suo insabbiamento.
“Ella mi ha fornito informazioni dettagliate sui movimenti all’interno della casa e mi ha detto di aver cercato, quella notte, di cavalcare un cavallo a dondolo nella camera dei bambini ma di non averlo potuto fare a causa di una molla rotta; il solo modo per potere essere a conoscenza di un tale particolare era quello di essere stata presente li quella notte. “Nel marzo de 1981 sottoposi al giudice William Webster, allora a capo del FBI, un rapporto di oltre 1100 pagine, unitamente ad una lettera personale per lui e per il Dipartimento di Giustizia. Con mia grande sorpresa i miei 19 testimoni, compresa Helena Stokely, iniziarono a telefonarmi dicendomi: “Ehi Ted, stanno cercando di farmi ritrattare.” Ed io dicevo a me stesso: “Questa non è responsabilità del FBI, il quale è destinato a raccogliere le informazioni, non a distruggerle.” Questo rappresentò il mio primo indizio che in quel caso, e negli altri che avevo trattato, avevamo a che fare con problemi seri; mi accorsi che in ciascuno dei casi le prove erano state distrutte, perse, rubate, il che indicava fortemente la presenza di corruzione.
“Così mi chiesi, “che cosa sta succedendo?” Nel corso degli anni iniziai a raccogliere materiali e, fino a circa due anni or sono, continuavo a sostenere che in questa nazione esiste una rete a maglie larghe operante nei settori della droga, pedofilia, prostituzione, corruzione etc. In seguito alla mia ricerca, mi sono convinto che la situazione sia di gran lunga più grave; si tratta di qualcosa di molto più grosso di una rete a maglie larghe; è una cospirazione. Voi sapete come i media vi perseguitano quando usate quella parola che inizia con la lettera ‘C’ ed io ve lo proverò. A proposito, questa cospirazione comprende pornografia, droga, pedofilia e rapimenti organizzati di bambini.
Gunderson dice: “La mia conferenza relativa ai “bambini scomparsi” documenta che i Finders (Scopritori, ndt) di Washington, DC, sono un’organizzazione di facciata della CIA; si tratta di un’operazione coperta coinvolta nel traffico internazionale di bambini.”
Egli si riferisce ad un rapporto del Servizio Dogana USA che afferma che il caso Finders deve essere chiuso poiché è “un affare interno della CIA”.
Gunderson aggiunge. “Questa gente – il movimento satanico mondiale – ha istituito delle scuole materne allo scopo di mettere le mani sui nostri bambini; i genitori li lasciano lì alle 9.00 e li vengono a riprendere di notte.”
Inverosimile? Pensateci bene. Aleister Crowley. in “The Law Is For All” (La legge è per tutti, ndt) scrive: “Per di più, la Bestia 666 [come egli si riferiva a sé stesso] consiglia che tutti i bambini siano abituati sin dall’infanzia a presenziare a qualsiasi tipo di atto sessuale, così come all’atto della nascita, affinché la nebbia della falsità e il mistero non intontiscano le loro menti il cui errore potrebbe anche ostacolare e indirizzare male la crescita del loro sistema subconscio di auto-simbolismo.”

GUERRA SPIRITUALE E IMPERIALISMO SATANICO
La violenza sessuale sui bambini e la tecnologia dell’orribile controllo mentale potrebbero rappresentare i “principi” dell’ adepto Satanista così come del programmatore, oppure potrebbero essere sintomatici di una lotta più estesa su scala cosmica.
Alla fin fine, può essere che la guerra spirituale, o lo scontro fra assoluti, rappresentino la reale ragione per cui la violenza rituale e il controllo mentale ad alta tecnologia sono stati smascherati. Nel frattempo l’imperialismo satanico continua senza dare segni di cedimento e la battaglia per il pianeta Terra si sposta alla prossima fase.

Written by rudy2

October 20, 2009 at 12:03

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s