Rudy2's Multilingual Blog

Just another WordPress.com weblog

Minaccia WMD ad impulso elettromagnetico:La Marina Militare USA conferma l’uso di armi ad impulso elettromagnetico

leave a comment »

16 aprile 2010

http://www.vocidallastrada.com/2010/04/targeted-individuals-la-marina-militare.html#more

Weapon of Mass Destruction: La più temuta, controversa, e meglio nascosta arma dell’epoca moderna.

La Marina Militare USA conferma le denunce degli “Individui Mirati” (TI- Targeted Individuals) sulla minaccia WMD ad impulso elettromagnetico

Mentre Sindaci e cittadini in tutto il mondo stanno raccogliendo sostegno per cercare di evitare una distruzione nucleare prima della prossima conferenza delle Nazioni Unite, il Navy Times riporta che gli ingegneri della Marina Militare USA “nel mese di Marzo” hanno cominciato a ricercare modalità di preparazione ad “un attacco attraverso una delle armi più temute e controverse dell’epoca moderna: un impulso elettromagnetico”. Gli individui presi di mira (TI >Targeted Individuals) hanno denunciato, per esperienza diretta, gli effetti delle armi ad energia diretta, anch’esse basate sulla tecnologia elettromagnetica.
Il gruppo di valutazione EMP (Electromagnetic Pulse) del Comando del Sistema Navale Marittimo è, secondo testimonianze,“la più recente agenzia di governo per affrontare la minaccia di un EMP (Impulso Elettromagnetico).”(Phillip Ewing, La minaccia da impulsi elettromagnetici da analizzare, Navy News, 30 marzo 2010)

Il rapporto della Marina Militare descrive l’effetto della nuova arma come “una devastante esplosione elettromagnetica che brucia computers, sensori, armi e tutti gli altri dispositivi elettronici sulla sua traiettoria.”

Immaginate cosa fa quest’arma alle persone se colpite. Si dice sia simile ad un fulmine. Per le persone con pace-makers, per le comunità prese come obiettivo, gli effetti possono essere letali.

Piccole armi EMP (ad impulsi elettromagnetici) portatili, esistono, e sono facilmente accessibili per procurare lesioni occulte e distruzione. Gli Individui presi di mira (TI >Targeted Individuals) sostengono costantemente di venire bruciati o altrimenti lesi attraverso armi elettromagnetiche o ad energia diretta (DEW >Directed Energy Weapons) che vengono sperimentate di nascosto o utilizzate su di essi ed i propri oggetti per persecuzione. Solo poche persone preparate sono informate sulle armi di nuova tecnologia. Gli Individui presi di mira (TI >Targeted Individuals) ottengono poca comprensione quando riferiscono del loro dolore e della loro sofferenza, anche quando esibiscono la pelle e le relative bruciature.

Numerose armi ad alta tecnologia, sotto la parvenza di “Armi non letali” sono in fase di sperimentazione. Altre sono sviluppate ed in uso.

Uno dei molti esempi di Arma ad Energia Diretta (DEW > Directed Energy Weapon) “Non-letale” utilizzata è l’arma ad onda d’urto che impiega il sistema Pistola ad Anello a vortice (Vortex Ring Gun). “Generando un’onda d’urto ad alta energia che si propaga a velocità supersonica, le pistole ad anello di vortice sono in grado di generare alte pressioni che infliggono un danno notevole ad un bersaglio o trasportano un carico utile di agenti cinetici o chimici su una distanza di oltre 20 metri”. (rilievo aggiunto) (Vedi Non-lethal Directed Energy Weapons. Defense Update)

La High Energy Laser Joint Technology Office è co-sponsor in parte segreto, della Directed Energy Professional Society, Directed Energy Symposium 12-16 aprile 2010 a Monterrey, in California.

“La Società Professionale Energia Diretta (DEPS >Directed Energy Professional Society) promuove la ricerca e lo sviluppo sull’energia diretta (DE > Directed Energy), compreso il laser ad alta energia (HEL > high energy laser) e le tecnologie a microonde ad alta potenza (HPM > high power microwave), per la difesa nazionale ed applicazioni civili, attraverso la comunicazione professionale e l’istruzione”. (Sito web DEPS)

Tutte le armi devono essere sperimentate su soggetti umani prima di una loro più ampia applicazione. Storicamente, i dissidenti e le persone più vulnerabili della società, come quelle istituzionalizzate o nelle forze armate, sono stati utilizzati come soggetti per i test umani, di solito senza che loro lo sapessero.

Dal momento che le nuove armi penetrano attraverso gli edifici per ledere gli obiettivi, esse non lasciano alcuna traccia del colpevole, un’arma per il delitto perfetto. Nella società, in tutti gli Stati Uniti ed altrove, le vittime che denunciano di essere colpite, ed in alcuni casi torturate e torturate a morte, con la nuova arma, vengono non soltanto facilmente respinte dal pubblico inconsapevole, ma come risultato ottengono un’ulteriore vittimizzazione.

Una nuova vittimizzazione da parte di molti operatori sanitari, psicologi ed altri, si verifica certamente secondo un piano, ora che l’”Homeland Security” ha tentacoli in tutto il governo e le agenzie del settore privato. L’autore riferisce che il programma segreto che coinvolge gli Individui presi di mira (Targeted Individuals) è progettato ed orchestrato come una prigione segreta che pratica la tortura e la sperimentazione nella “guerra basata sul terrore”, con alcuni medici ed operatori di salute mentale che registrano i risultati della tortura su coloro che sono presi come obiettivo, non diversamente dagli esperimenti medici nazisti di ieri, tranne che per un maggiore progresso scientifico ed una maggiore segretezza. Gli autori hanno avuto sessant’anni di tempo per perfezionare l’occultamento.

Le armi ad energia diretta portatili dovrebbero essere usate dalla polizia americana per “controllare” i civili e sono nelle mani di criminali. Le armi sono “scomparse” in rotta verso le guerre del Medio Oriente, compreso un intero carico. Le nuove armi ad alta tecnologia sono state utilizzate in Iraq, provocando fori precisi da bruciatura attraversando le persone, compresi i civili, senza alcuno spargimento di sangue.

Nel 2007, il 30% delle armi inviate in Iraq, sono andate “disperse” – mancando, secondo il GAO e secondo quanto riportato dal Washington Post.

Un editoriale del New York Times riporta quanto segue circa le ‘armi mancanti’: “Alcune sono state presumibilmente deviate nei bazar del mercato nero delle armi, dove sono state raccolte per denaro, senza porsi troppe domande. Altre quasi certamente sono finite nelle mani delle milizie ribelli, le quali fanno uso di piccole armi da fuoco per forzare i convogli militari americani nel percorso delle bombe sul ciglio della strada.”

Deborah Dupré, BS, MS e Post-Grad DipCont.ED, è stata una sostenitrice dei diritti umani e civili per oltre 25 anni negli USA, Vanuatu ed in Australia. Sentitevi liberi di sostenerla su www.DeborahDupre.com ed attraverso la sottoscrizione agli articoli di Duprè.(Vedi “Subscribe” sopra questo articolo.) Lei chiede gentilmente la pubblicazione dei link a questo sito (piuttosto che l’intero articolo), se non viene concesso il permesso di ripubblicazione, ed accetta email:info@DeborahDupre.com
Il libro recentemente pubblicato della Duprè, Operazione H1N1: Libertà dal Vaccino o Morte, con una storia dettagliata della sperimentazione umana non consensuale negli USA, è disponibile su DeborahDupre.com.

Fonte: http://www.examiner.com/x-10438

Segnalato e tradotto per Voci Dalla Strada da Giovanna

Written by rudy2

April 15, 2010 at 14:01

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s