Rudy2's Multilingual Blog

Just another WordPress.com weblog

ARMI AD ALTA TECNOLOGIA IN ITALIA: una realtà ufficiale confermata dalla normativa in vigore

leave a comment »

Armi ad alta tecnologia in Italia: una realtà ufficiale confermata dalla normativa in vigore, articolo di Cassandra D’Eleonora, cassandra.deleonora@gmail.com 21 Agosto 2014
…..
Decreto 13 giugno 2003: armi ad alta tecnologia
A volte, per esigenze di salute ci si sottopone a cicli di terapia antalgica ed antifiammatoria di laser, tens, ultrasuoni ed onde d’urto, se per intensità oppure per frequenza (sono due valori totalmente differenti) si incrementa la potenza, per quanto di poco ed in sede medica con l’opportuna strumentaziopne finalizzata a tal uopo, il dolore si manifesta ferocemente. Pertanto ed in questi casi i fisioterapeuti e gli infermieri “abilitati” professionalmente regolano sempre con vigile scrupolo ed attenzione le modulazioni da “programmare” nella macchina. Inoltre la diversificazione della modulazione è tarata sulla tipologia del disturbo di salute e sulla tolleranza del paziente. Ancora maggiore è lo scrupolo adoperato per le applicazioni di onde d’urto, che vengono eseguite solo ed esclusivamente dal personale medico specializzando oppure specializzato.
Di contro pulsazioni a propulsioni alternate, elettrificazioni, dolori brucianti e puntori, persino anche indotte alterazioni del ritmo cardiaco, apnea notturna, infiammazioni, infezioni e molto altro, sono sintomatologie dell’uso offensivo di tali risorse, cioè laser, ultrasuoni, onde e molto altro, di armi in funzioni elevate sia per potenza che per frequenza.
Armi, che utilizzano a fine offensivo le risorse citate, esistono, se ne ha conferma in Italia dal Decreto del 13 giugno 2003 intitolato “Approvazione del nuovo elenco dei materiali d’armamento da comprendere nelle categorie previste dall’articolo 2, comma 2, della legge 9 luglio 1990, n. 185”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 25 luglio 2003, N. 119, il cui testo consta di ben settanta pagine riportanti descrizione della tipologia fino alla robotica. Il decreto in essere veniva firmato da: on.le Martino, Ministro della Difesa; on.le Frattini, Ministro degli Affari esteri; on.le Pisanu, Ministro dell’Interno; on.le Tremonti, Ministro dell’Economia e delle finanze; on.le Marzano, Ministro delle Attività produttive (1).

 

Tipologie, usi, abusi  e danni:


Nell’allegato 39 bis del suddetto decreto compaiono alcune trattazioni interessanti riguardanti gli agenti tossici chimici oppure biologici cap.7, pagg.17-18; le apparecchiature elettroniche cat.11, pag.29; armi as energia cinetica cat. 12, pag.30; apparecchiature per la visione cat. 15, pag.33, sistemi d’arma ad energia diretta cat.19, pag.38; robotica pag.46, ect. E’ quindi un dato di fatto, che tale tipologia di armi esistano; così come le loro versioni portatili finanche commercializzate su internet, giacchè la versione primaria è più ingombrante; inoltre, ed anche purtroppo, è un triste dato di fatto, che garantiscono l’impunità ai suoi possessori, ai suoi utilizzatori ed ai ….padroni di casa, giacchè queste armi agiscono “through wall” ovvero attraverso le pareti.
I danni fisici inferti sono gravi ed infidi, poichè talune di esse agiscono attraversando la superficie della pelle, senza lasciare alcun danno nè segno visibile, fiondando direttamente l’interno dell’organismo. Inoltre è tuttt’altro nè verosimilmente escludibile il commercio illegale di tali armi da parte della criminalità organizzata nostrana, di cui autorevolmente riferisce il periodico on-line “Gnosis – Rivista Italiana di Intelligence del Sisde”, con gli articoli “Le caratteristiche della criminalità informatica: profili nazionali ed internazionali”, di Carlo Sarzana di Sant’Ippolito (2); “Cyberlaundering – Il riciclaggio del terzo millennio”, di Umberto Rapetto (3).
Seppure parzialmente, essendo aggiornato al novembre 2001, dei danni procurati da tali armi, oltre che di altro, documenta un libro “Le nuove guerre” , curato da Umberto Rapetto e Roberto Di Nunzio, edito dalla Bur Rizzoli Rcs libri. Un breve inciso su uno degli autori: Umberto Rapetto è stato colonello della Guardia di Finanza, alla guida del Nucleo Speciale Frodi Telematiche, oltre che giornalista ed impegnato in miolte altre attività, tra cui la docenza universitaria (4 e 5). Nel descrivere tali armi, considerate generalmente “non letali”, lui dissente e riproduce su schema alcuni degli effetti inferti nell’organismo. Altro argomento trattato nel capitolo “Il cervello nel mirino” pertiene il controllo mentale ed il lavaggio del cervello comunemente denominati “mind control”, mentre il secondo “brainwashing”: ne vengono descritte le tecniche di manipolazione mentale contro la volontà del soggetto, in contraddizione alle sue convinzioni morali; i metodi usati e le dinamiche di azione, nonchè i mezzi. Va precisato, che il testo è ormai fuori commercio ed è acquisibile attraverso il prestito bibliotecario anche interregionale.
Sull’uso corrente delle armi ad alta tecnologia va menzionato anche un articolo, ancora rintracciabile attraverso internet, scritto da Federico Dal Cortivo e pubblicato da “Il Sole 24 Ore” il 30 maggio 2010 (6). In sintesi e schematicamente ecco gli argomenti trattati: 1) il ricorso a tali armi nel Vicino Oriente; 2) analisi portata a termine dal Dipartimento alla Difesa Usa sulle reali esigenze d’uso di tali armi; 3) armi a colla già utilizzate in Somalia nell’operazione “Restore hope” nel 1995; 4) uso del laser a puntamento; 5) armi acustiche utilizzanti gli ultrasuoni offensivi dei centri d’equilibrio dell’organismo; 6) armi a radiofrequenza usanti radiazioni elettromagnetiche in grado di procurare attacchi di epilessia; 7) basse frequenze capaci di produrre istamina da parte delle cellule cerebrali con l’esito di indurre stato di sonnolenza oppure sonno profondo; 8) ads – active denial technology in grado di bloccare accessi stradali; 9) studi in corso sull’uso del laser-plasma compromettente la funzionalità di un motore d’auto; 10) laser ultravioletti paralizzanti esseri umani; 11) armi a microonde causanti danni permanenti fisici fino al sistema immunitario: 12) la realistica possibilità dello studio, dello sviluppo e del ricorso a tali armi “in barba ai vari trattati e convenzioni internazionali”.
“Minaccia virtulale, pericolo concreto”, a firma di Umbero Rapetto,  è il titolo di un articolo apparso nel gennaio-aprile 1997 (7) sul periodico on-line del Sisde “Gnosis”, i cui argomenti principali trattati pertengono: 1) il remote crime ed il cybercrime sono due realtà seriamente preoccupanti, in quanto i delitti possono essere compiuti da un luogo differente da quello in cui si manifestano ed in questo modo la criminalità si pacifica in questo nuovo mondo reso possibile da reti telematiche e connessioni virtuali, in entrambi i casi l’impunità sarebbe assicurata; 2) armi a radiofrequenza (Rfw radio frequency weapons) ed armi ad emissione mirata di energia (Dew directed energy weapons) capaci di bloccare auto ed apparati in funzione.
Tortura e commercio illegale
La riferita esposizione descrittiva non vuole nè può esser esaustiva per molte ragioni, la cui principale è l’immenso “parco” tecnologico utilizzabile per perpetrare abusi di baria specie a danno della salute, la cui insorgenza improvvisa di gravi patologie è esponenziale; nè le innovazioni vengono sempre portate a conoscenza dell’opinione pubblica dati gli incommensurabili interessi economico-finanziari e l’illegalità delle procedure adottate con le sperimentazioni. A tale proposito sono meritevoli d’attenzione più che dovuta due notizie pubblicate qualche tempo fa’: la prima riguarda proprio “la messa in guardia” del nostro Ministero degli interni su ricerche (15) scientifiche dell’attività psichica svolte da Antonio Mereghetti, fondatore di Ontopsicologia, che è stato indagato dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza italiano; mentye l’altra notizia afferisce ad un rapporto del 18 marzo 2010 elaborato da Amnesty International in cooperazione con Omega Reasearch Foundation(16 e 17), centro studi specializzato, che ha reso noti la vendita ed il commercio illegali di strumenti di tortura, con il coinvolgimento di alcuni paesi, inclusa l’Italia.

Cassandra D’Eleonora, vittima italiana
cassandra.deleonora@gmail.com 21 Agosto 2014

note:
1)
http://www.gazzettaufficiale.biz/atti/2003/20030171/03A07540.htm
2)
http://gnosis.aisi.gov.it/sito%5CRivista12.nsf/servnavig/7
3)
http://gnosis.aisi.gov.it/sito%5CRivista14.nsf/servnavig/6

4)
http://it.wikipedia.org/wiki/Umberto_Rapetto
5)
http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/urapetto/
6)
http://italian.irib.ir/analisi/commenti/item/81845-armi-non-letali-nuove– tecnologie-al-servizio-delle-guerre-usa?tmpl=component&print=1
7)
http://gnosis.aisi.gov.it/sito%5CRivista7.nsf/servnavig/5
8)
http://gnosis.aisi.gov.it/Gnosis/Rivista21.nsf/servnavig/11
9)
http://gnosis.aisi.gov.it/gnosis/Rivista17.nsf/ServNavig/17

10)
http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO1&Sect2=HITOFF&d=PALL&p=1&u=%2Fnetahtml%2FPTO%2Fsrchnum.htm&r=1&f=G&l=50&s1=4,717,343.PN.&OS=PN/4,717,343&RS=PN/4,717,343

11)   http://www.repubblica.it/salute/medicina/2010/01/13/news/l_eta_bionica_la_fusione_tra_uomo_e_macchina-5584675/

12)http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/02/05/cosi-il-cervello-comunica-dal-coma.html

13)
http://www.utetuniversita.it/catalogo/scienze/business-intelligence-crm-e-data-mining-2556

14) http://my.dmci.net/~casey/
http://www.whale.to/b/rutz.html

15)
http://onto.provocation.net/min-it.htm

16)
http://www.vita.it/non-profit/ong/torture-business–anche–italiano.html

17)http://www.amnesty.org/en/library/asset/EUR01/010/2010/en/8591b37c-f41f-45d5-a09e-e01736526317/eur010102010en.html

Written by rudy2

August 21, 2014 at 10:14

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s